Il mio compito

La professione del networker è simile alla professione del giardiniere. Quindi il mio compito è piantare semi e sviluppare e crescere le persone. Sviluppare il potenziale di ogni persona che fa parte del mio team.  

Non siamo venditori, senza togliere niente dai professionisti delle vendite. Stranamente uno quando entra di qualsiasi network, come secondo passo riempie la sua pagina con delle foto di prodotti. Se uno rimane un venditore, non guadagnerà mai cifre considerevoli. Guardate la mia pagina! Non troverete mai le foto o le pubblicità dei prodotti, non direttamente. Posso fare un selfie mentre bevo aloe, posso mostrarmi mentre faccio sport e bevo il FAB o una foto con il nostro prodotto durante i mondiali del calcio. 

Responsabilità

In Italia esistono centinaia di networker che guadagnano 100 mila euro al mese. Guadagnano questa cifra, perché si sono presi la responsabilità della propria rete. Un grande networker straniero quando sponsorizzava persone nuove, andava a casa di questa persona, se non cera posto per dormire, dormiva per terra. Rimaneva a casa di questa persona finché non imparava la professione. Non spaventarti! Io non ci andrò in casa tua, adesso cé internet. Possiamo fare tutto quello che serve rimanendo ogni uno a casa propria.

Da ricordare

Prima di tutto,essere networker è una professione vera e propria! Un networker professionista si occupa il sviluppo personale. Una grande responsabilità. Il momento della firma del contratto tu ti consegni nelle mie mani la tua vita professionale e tutte le conseguenze che porta nella vita privata e sociale. Non mi sono lamentato mai se non trovavo persone che volevano venire lavorare con me. Sapevo benissimo che prima devo diventare una persona che altri vogliono seguire. Prima di tutto dovevo occuparmi di me stessa e il mio sviluppo. Adesso posso affermare che sono pronta e questo non voi dire che ho smesso studiare e/o svilupparmi. Il sviluppo è una strada che non finisce mai.

I veri valori

Non è la firma sul contratto o comprare i prodotti che fa diventare un networker. La persona che esegue uno di di questi azioni, sceglie la persona con la quale  vuole portare la sua vita in un altro livello. Come io ho fatto con il mio sponsor.

Come faccio

Ogni volta che vado ad un appuntamento anche se questo spesso è un appuntamento online, vado con tranquillità. Non ci vado per farlo firmare un contratto, ci vado a condividere una passione, qualcosa che ho nel cuore. Le persone percepiscono questo e non hanno paura. Parliamo, dove cerco dare le risposte e chiarire i loro dubbi.  Non siamo tutti uguali. Chi ha bisogno 3 appuntamenti e chi ne ha bisogno di più.

Cosa ti ha piaciuto di più? Sei pronta/o per il primo appuntamento?

Buona serata della Immacolata, Zita

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriori informazioni,potete chiedere qui sotto, specificando cosa vi interessa, il lavoro o qualche prodotto.

Perché dovresti scegliere Me

Compito del mio gruppo, darmi un voto, che tipo di leader sono. Non mi va di parlare bene o male su di me. Come tutti, ho fatto i miei sbagli e le mie guerre. Le guerre prima di tutto con me stessa. Dopo 12 anni rinchiuso in casa, senza amici e senza parenti in paraggi la mia autostima era a terra. Ho dovuto lavorare duramente per ritrovare me stessa. Quella vecchia me stessa che non conosceva l’impossibile.

Se caso mai non hai letto la mia storia (Chi sono) ripeto. Il mio sponsor dopo una settimana si é ritirato per incompatibilità di carattere del suo Manager. Io ci ho provato andare d’accordo con la signora in questione, ma era tempo perso. Lei aveva un metodo di lavorare che io non riuscivo a tollerare. Cercava separare il suo gruppo, forse per non fare sapere a tutti i suoi modi poco etici.  Ogni membro della sua linea era isolata dai altri. Lei per qualche motivo non voleva che facevamo amicizia. Aiutava solo quelli che erano simpatiche per lei. Altri erano solo un ordine sulla sua tabella. 

Cercavo andare avanti da sola come potevo. Potevo chiamarla solo orari prefissati. Lei poteva chiamarmi quando voleva e non accettava idea che sono impegnata di cucinare, dormire o mangiare. Ricordo come mi sentivo e ho promesso che non tratterò mai così i miei collaboratori.

Per te sarò come un allenatore. Ti aiuto in tutto, ti allenerò, sarò nel tuo fianco, ma il gol devi segnare tu. Prima di tutto frequento corsi e formazioni, leggo libri e sto migliorando, per aiutare me stessa e poter aiutare a Te. Io non ho paura di prendere la responsabilità portarti al successo. Ho imparato sulla mia pelle. Posso lavorare con chi voglio e scegliere chi accettare e chi no. Accettare prima che ordina qualcosa e prima della sua lista nomi.

L’azienda è fantasticae abbiamo un amministratore delegato che ci invidiano tutti. Per sino deve andare fare formazioni in altre aziende. Lui ha creato per noi un metodo e/o un comportamento di lavoro. Secondo me molto semplice.  V.E.R.A.F cioé

  • Valori
  • Esempio
  • Rispetto
  • Amicizia
  • Fedeltá

Pensi di poter mantenere questi 5 criteri? Il resto ti insegno io e il nostro gruppo.

Vorrei farti vedere un intervista con Giancarlo Negri, Amministratore 
Delegato Forever Living Italy & Malta. Cosí poi sentire le sue parole mentre parla del Network Marketing. Vi auguro una bella serata. Zita

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto, specificando cosa vi interessa, il lavoro o qualche prodotto.

In che modo il networking può aiutarti ad avere un stipendio, un’auto nuova e viaggi gratuiti

Il titolo descrive la mia proposta, ma se lascio così non capirai granché e può sembrarti una bugia.  Non lo è!  Potrebbe sembrare che io voglia reclutarti al mio business a tutti i costi?

Ti sbagli! Onestamente, non mi importa se voi fare parte o no nella mia linea. Posso sembrarti presuntuosa, vero? Può sembrare, ma non centra niente. Semplicemente non sopporto quando mi spingono per visualizzare o fare parte di un business che non mi interessa per niente.  Con me succede quasi ogni settimana.

Lavoro online perché cerco volontari e non credo di poterlo convincere nessuno con la forza di avere una nuova auto entro un anno. Viaggi in posti esotici o avere un reddito fisso mensile. Se ti devo convincere o forzare, non andiamo lontano.

Suppongo che ti interessa, ma non è questa la domanda. La domanda principale tutto ciò che vuoi, voi realizzare online? Perché ovviamente sono interessate molte persone, ma quante persone possono farlo offline? Pochissimi! Ma online? Molto di più! Soprattutto se capisci l’essenza del Real Online Networking.

Spiego meglio nel video

Buona proseguimento della giornata

Con affetto Zita

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto, specificando cosa vi interessa, il lavoro o qualche prodotto.

Chiarimenti sulla tassazione nel Network Marketing

Con questo articolo ti voglio mettere al corrente di tutte quelle informazioni indispensabili non solo per dare le giuste risposte alle possibili domande e dubbi, ma anche per difenderti da qualsiasi eventuale interferenza o denuncia.

Tu: Come faccio a sapere se un’azienda di network marketing è legalmente autorizzata a operare in Italia?
Risposta: Un’azienda per essere legalmente autorizzata nel territorio italiano, deve avere una sede in Italia, deve rilasciare un tesserino autorizzato dalla questura, e deve gestire direttamente la fatturazione della vendita al cliente.

Tu: È vero che lavorando nel network marketing, le tasse sono fisse al 23% del 78% dell’imponibile? Ossia 17,9% del totale?
Risposta: Assolutamente sì, la normativa in vigore si riferisce all’articolo 25bis DPR 600/73.

Tu: È vero che un’azienda di network marketing deve pagare ogni mese i 2/3 della quota INPS del networker?                                                                Risposta: Sì, come previsto dalla legge 335/95. In particolare 1/3 della quota INPS spetta all’incaricato e 2/3 spettano all’azienda mandante.

Tu: È vero che in caso di gravidanza, lavorando nel network marketing, ho diritto al rimborso maternità?
Risposta: Sì, come previsto dal decreto legislativo n. 151 del26 marzo 2001.

Tu: Posso lavorare nel network marketing anche senza avere il tesserino richiesto dalla legge 173?
Risposta: No, la legge 173 ART. 3 è molto chiara in tal senso! Infatti l’attività di incaricato alla vendita diretta a domicilio, con o senzavincolo di subordinazione, è soggetta all’obbligo del possesso del tesserino di riconoscimento di cui all’articolo 19, commi 5 e 6, del decreto legislativo 31marzo 1998, n. 114, e può essere svolta da chi risulti in possesso dei requisiti di cui all’articolo 5, comma 2, del medesimo decreto legislativo.

Tu: Mi è stato detto che posso tranquillamente lavorare part time, perché i redditi percepiti dall’attività del network marketing non sono cumulabili con altri redditi.
Risposta: Questo è vero, infatti le provvigioni degli incaricati alle vendite a domicilio (Legge 173/2005) non devono essere dichiarate nella propria Dichiarazione dei Redditi ai sensi della R.M.180/E del 12.07.95.

Tu: Posso esercitare l’attività di network marketing se sono già un pensionato INPS del lavoro?
Risposta: Certo! La casistica è molto numerosa e frazionata a seconda degli enti di previdenza e dei periodi di pensionamento. In linea generale l’attività di Network Marketing (come Incaricato delle Vendite a Domicilio) è assolutamente compatibile in quanto il pensionato non perde mai il diritto alla pensione.

Tu: Dipendenti pubblici, iscritti all’albo dei professionisti e forze dell’ordine non possono svolgere questa seconda attività, ci sono altre categorie che restano escluse?
Risposta: Sono escluse anche le seguenti categorie: chi riceve un assegno di disoccupazione, chi si trova in mobilità, chi riceve una pensione di invalidità, chi si trova in cassa integrazione o riceve una pensione previdenziale, oltre ai percettori di assegni assistenziali.

Tutte queste categorie possono subire una riduzione delle prestazioni concesse o anche la definitiva revoca.

Tu: Sono esente da camera di commercio?
Risposta: Sì, non sei un commerciante.

Tu: Sono esente da Enasarco?
Risposta: Sì, non sei un agente di commercio.

Tu: Posso iniziare a lavorare anche senza Partita IVA?
Risposta: Attualmente sì. Fino alla soglia dei 5.000 euro netti, si viene retribuiti con quietanza.

Spero che con questo articolo sono riuscita chiarire ogni tuo dubbi. Se hai ulteriori domande contattami tranquillamente. 

Buona serata 

Con affetto Zita

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriori informazioni,potete chiedere qui sotto, specificando cosa vi interessa, il lavoro o qualche prodotto.



La rivoluzione deve cominciare da noi

La storia ci insegna che i grandi rivoluzioni portano solo al fallimento e a povertà.  Massacri in nome di un grande sogno. Io vedo quello che è successo in Ungheria. Una grande povertà sia materiale ma soprattutto spirituale.

Forse è arrivato il momento di cominciare interiormente la rivoluzione. Cercare migliorarsi e diventare sempre piú evoluti anno per anno. Un viaggio tortuoso, ma vale la pena di affrontarlo.

Io ho smesso incolpare i miei genitori, il governo e il destino. Se sono la persona primaria che deve occupare il mio percorso, allora è meglio imboccare le maniche e fare qualcosa. Se non sono soddisfatta con la mia vita, devo cambiare. Il primo passo, riacquisire la mia indipendenza economica. Non trovavo lavoro “normale”. Come niente succede per caso, incontro con una donna che mi invita nel Network. Accetto in mal grado. Dopo un anno capisco pienamente come funziona e come po’ rivoluzionare la mia vita. Il primo anno è stato difficilissimo. Guadagnavo solo 200– 400 € al mese.

Il problema maggiore era che stando a casa in privo della vita sociale ho perso quasi per tutta la mia autostima. Un giorno, stando a casa di suoceri dove erano presenti quasi tutti i membri della famiglia, parlavano delle esigenze dei vecchietti. Serviva qualcuno che settimanalmente andasse a pulire a casa loro. Loro in mia presenza hanno messo d’accordo con mio marito gli orari e le cose che bisogna fare. Quello è stato un punto di risveglio. Mi sentivo umiliata e sconsiderata.

Non è un problema di andare li a pulire! Il problema che non mi hanno chiesto e non mi hanno coinvolto nella scelta. Stavo li, mi vedevano. Poi un per favore o un potresti fare? Niente!

Punto primo!

Mia suocera non mi ha mai aiutato, anzi se aveva occasione cercava far litigare con mio marito. La sorella non può fare perché ha la famiglia. La nipote non può fare perché lavora, nonostante che è cresciuto con la nonna. Poi a me mi servono i soldi disse mia suocera. Io volevo andare a lavorare ma a loro serviva una serva e io ero felice di accontentare tutti, in cambio che mi considerassero.  Io lavoravo come un animale, senza lamentarmi, quello non vedevano? Raccoglievo oliva da sola che la metà prendevano loro? Quello come è venuto giù dal albero? Li ho capito che ci devo pensare me stessa in primis. Quest’anno non ho raccolto le olive. Secondo voi ha fatto qualcuno? Stranamente adesso cominciano ad apprezzarmi.

Ho scritto queste cose solo per descrivere il mio stato. Per non sentire a dire, che per te è stato facile. Il primo anno mi ha servito quasi esclusivamente per la crescita personale. Per ritrovare la vecchia me stessa. Lo studio non ho smesso, continuo. Più studio più mi rendo conto, quanto tempo ho perso nel comodo tepore. Non è mai troppo tardi. Adesso che me ne frego della società di mio marito, me ne frego della famiglia, sono loro che mi fanno la corte. Peccato. Indietro non ci torno. Durante la prima qualifica il mio marito si è commosso. 

Io sono a parte delle donne e non tollero quando vengono sottomesse o maltrattate. Prima di tutto mi piacerebbe collaborare con loro. Con uomini mi sono abituata a collaborare quando allenavo una squadra di calcio e/o i ciclisti. La mia proposta maggiormente é rivolta verso di quelli che sentono in profondo del loro anima che valgono di più e vogliono riemergere. La parte difficile che spesso, queste persone percepiscono mentre ascoltano la mia  proposta, sentono come prede e non percepiscono come un valore. Difficile a farlo capire dopo tanti anni passati invisibilmente, che io prenderò cura per sempre il loro sviluppo.

Esiste un piccolo prezzo da pagare che adesso qui in Italia è 65€. Questo è obbligatorio, poi per avviare un’attività non è per niente troppo. Anzi è ridicolo. Fino che non arriviamo a 600 € di vendita dobbiamo insistere. Sempre è meglio partire con la StartPack, cosí possiamo subito partire con il reclutamento. Quando la linea parte non serve a vendere i prodotti solo se qualcuno lo richiede.

Passa parola

Se uno/a non usa i prodotti cosa va a raccontare la gente? Non serve postare foto dei prodotti su Facebook. Se basterebbe l’azienda non pagherebbe a noi. Metterebbe post su Facebook e la gente ordinerebbe online i prodotti. Credimi la mia sopravvivenza non dipende di questi 65 €, ma la tua vita e i tuoi sogni, si.

Io voglio avere successo perché prendo la responsabilità della mia rete. Un grande networker russo che guadagnava cifre esorbitanti è il mio esempio. Lui sponsorizzava il massimo 2 persone al mese. Quando succedeva andava a casa di quella persona e se non cera posto per dormire dormiva per terra. Rimaneva finché non insegnava tutto il mestiere. Io non ci vado a dormire a casa di nessuno. Adesso abbiamo internet che è piú comodo. Ogni giorno finché non impari a camminare solo possiamo parlare, se non altro 15 -20 minuti al giorno.

Se mi permettono cerco a dare il valore a miei collabratori. Crescita e sviluppo personale. Momento della firma del contratto io prendo sul serio la mia responsabilità. Fondamentalmente quello è un momento quando uno/a mi consegna mezzo le mie mani i suoi sogni e la sua fiducia. Prendo questa responsabilità perché o nel cuore la certezza che posso occuparmi di lei o di lui. Il momento del contratto è il momento quando uno sceglie la persona con cui vuole portare la sua vita in un altro livello. Quindi do il mio massimo impegno. Se qualcosa non riesco a risolvere,voi dire che so a chi rivolgermi. L’azienda dà il massimo sostegno in questo.

Buona giornata. Adesso esco e vado a risolvere il problema di quel pacco di ieri.

Con affetto Zita

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto, specificando cosa vi interessa, il lavoro o qualche prodotto?