Aiutare gli altri

Aiutare gli altri é aiutare sé stessi

Non siamo abituati ne ad aiutare né a ricevere aiuto. Non interveniamo neanche quando sentiamo il bisogno pensando che meglio fare i fatti nostri.

Fatti i fatti tuoi

Ebbene, sebbene l’undicesimo comandamento non esista ufficialmente, almeno non esiste nella religione cristiana, ebbene è una usanza nota a tutti gli italiani che l’undicesimo comandamento sia un’altra regola che tutti dovremmo rispettare. La regola che tutti dovremmo rispettare è la seguente: Pensa ai fatti tuoi! “I fatti tuoi”, o in generale “i fatti propri” sono le cose che ci riguardano personalmente, le cose che riguardano noi stessi.

Quindi “i fatti miei” sono le cose che mi riguardano, mentre “i fatti tuoi” sono le cose che riguardano te. Allo stesso modo “i fatti suoi” sono le cose che riguardano lui o lei, cioè una terza persona. La stessa cosa vale per “i fatti nostri”, che riguardano noi,  “i fatti vostri” che riguardano voi ed infine “i fatti loro”, che riguardano loro, cioè delle terze persone.  Ma se mi riguarda o a te vedo che serve io offro il mio aiuto e non necessariamente voi dire che mi faccio ficcare il naso. Poi dire la tua in riguardo nei commenti, mi fa piacere sentire diversi opinioni.

Non mi piace questa parola! Usiamo per nascondere la pigrizia o l’indifferenza. Nessuno dei due porta niente di buono. Prima di continuare guardate questo video che ho trovato su Facebook.

Quando volevo aiutare

La signora cammina con il bastone e fa fatica visibilmente. Sono in spiaggia nel mio postazione dove promuovo i nostri prodotti. I bagnanti sono impegnati a prendere il sole e sono unica persona che sta in allert. Mi avvicino e do una mano per scendere sulla scala. Invito la signora se vuole di sedere sotto il mio tendone dove ce una leggera brezza e ombra ed è vicinissima. Magari se mi permette posso anche dare una crema che aiuta sopportare il caldo per le gambe. Lei indignata e con un gesto, quasi è una spinta mi manda via.

In un locale. Era quasi sera, poteva essere verso le 17 -18 e mi preparavo per aperitivo. Collaborazione con il locale quella sera abbiamo organizzato un aperitivo a base di Aloe. Cocktail, pizza, pane e dolci. Tutto a base di Aloe. La postazione era pronta e mi decido di andare al bar per prendere un cocktail (J analcolico) prima che cominciasse la serata. Entra una signora con la badante, serve aiuto di poter prendere un caffè al bar perché per postarsi a Lei servono due bastoni. Io mi avvicino e chiedo se ha qualche tempo e se possiamo parlare su quello che ha successo. Lei mi guarda con occhi sgranati e dice: Io? Non ho nessun tipo di problema.

Potrei andare avanti con le storie all’infinito e i protagonisti sono sempre persone con un immediato bisogno del aiuto. Non me lo prendo quando mi trattano in questo modo, anzi vorrei abbracciare la persona, chi sa quanti ne ha passata per diventare cosi. Esistono scarlattiani che in caro prezzo vendono fumo, quelli che non ti fanno manco a respirare se prima non paghi.

La salute è una corona invisibile sulla nostra testa e non ne rendiamo conto di averle. Ci accorgiamo la sua esistenza solo quando cade e facciamo di tutto per riaverlo. Quando si ammala qualcuno nella famiglia siamo disposti anche a vendere la casa per poter curarla. Ma, stranamente quando arrivo io e parlo di prevenzione, integratori o alimentazione, la maggior parte trovo il rifiuto. Qualche volta quando sento a dire: io non uso integratori, mi viene voglia a dire: si vede!

Per carità non mi reputo un guaritore, vorrei solo qualche modo attirare la tua attenzione per ascoltarmi.

La mia storia

Sono un ex vicecampionessa di Fitness e un ex personal trainer. Nell’università ho studiato la biologia e la chimica del funzionamento di corpo umano. Io sono contro i medicinali e uso solo se è necessario. Se ho mal di testa bevo acqua o prendo la vitamina C e cerco a capire di cosa ha causato.

Soffrivo di cervicale. Quando mi prendeva mi metteva il KO per ore. Il motivo? Inverno, dopo la palestra e la doccia non asciugavo i capelli al dovere e andavo a casa con la bici senza capello. Come le mie cartilagini nel ginocchio sono andati, prendevo un integratore che ha risolto anche il problema del cervicale.

Sono stata a casa e ho subito, con piacere il “coccolamento” a parte dei miei parenti. 3kg erano le conseguenze. Io da un anno che non mangio il glutine, ma a casa quando mia mamma o mia zia mi aspetta con le pietanze fatti in casa, non sto li a biasimare e mangio tutto quello che trovo nel piatto. Non fa niente, faccio un C9 e mi rimetto in forma e ripulisco tutte le conseguenze dei miei eccessi.  Va bene, per oggi basta cosí.

Resoconto

Se ci incontriamo non averti paura che voglio fregarti perché voglio solo aiutarti. Mi piacerebbe scoprire cosa vi piacerebbe ottenere e per questo motivo sono disponibile a qualsiasi confronto. Offro volentieri i miei consigli ma non pretendo che siano necessariamente presi in considerazione. Sono grata sempre quando una famiglia o una persona mi accetta come la sua consigliere di Benessere.

Buon pranzo con affetto Zita e

Non dimenticati di lasciare la tua e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra. Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto 👇

Effetti della Nutrizione sulla tua genetica

EFFETTI DELLA NUTRIZIONE SUI TUOI GENI
Il Progetto Genoma Umano (HGP), un’impresa su larga scala dal 1990 al 2006, mirava a mappare e identificare l’intero patrimonio genetico dell’uomo. Lo hanno fatto perché in precedenza la tesi era diffusa nel mondo scientifico che i geni determinano il nostro destino e le nostre vite.

Questo è chiamato determinismo genetico, il che significa che a seconda di quali geni hai ereditato dai tuoi antenati, determinerà il tuo aspetto, ad esempio, quali malattie si prevede che puoi sviluppare, se sei obeso o no, e anche quali segni comportamentali mostri.

Gli scienziati 😊hanno ipotizzato che, se tutti i geni fossero stati identificati, sarebbe stato possibile modificare alcuni dei geni che causano malattie o obesità mediante l’ingegneria genetica, in modo che l’umanità potesse diventare il leader della propria vita. Enormi quantità di tempo, energia e denaro sono state perse a questo progetto a livello mondiale.

I risultati della ricerca

Il risultato della ricerca è stato scioccante.☝ In effetti, ha completamente distrutto la teoria secondo cui i geni regolano la struttura e la funzione delle cellule, incluso il nostro corpo. Il determinismo genetico è stato rovesciato perché durante la mappatura risulta che non abbiamo i geni necessari per codificare le proteine ​​funzionali necessarie per costruire il corpo umano.

Cosa significa?
Il corpo umano è anche costituito da proteine ​​che hanno un ruolo funzionale, cioè svolgono un compito importante. Uno speciale complesso proteico può, ad esempio, formare un muscolo cardiaco, mentre un altro può formare tessuto intestinale, un terzo altro organo interno come fegato, milza, pancreas, rene, polmone, ecc.

La proteina è quindi il materiale da costruzione più importante del corpo. Ad esempio, il muscolo contiene il 18-20% di proteine. Le proteine ​​trovate nel tessuto connettivo, tra le cellule, sono collagene ed elastina. Il collagene produce il 20-25% delle proteine ​​totali e l’acqua che lega l’elastina fornisce, per esempio, elasticità della pelle. La proteina è anche coinvolta nel trasporto di ossigeno e anidride carbonica.

Le proteine ​​sono anche enzimi che accelerano specificamente specifici processi chimici nell’organismo vivente, come proteine ​​semplici o complesse.
La loro carenza può causare gravi disturbi nel metabolismo. Alcuni degli ormoni sono anche proteine, come l’insulina, l’adrenalina, il cortisolo, la tiroxina o anche gli ormoni sessuali e molte sostanze biologicamente attive come l’istamina, la dopamina e la serotonina.

Il nucleo, i mitocondri, i ribosomi (i loro costituenti cellulari) stanno anche costruendo proteine. Le proteine ​​svolgono un ruolo importante nel mantenimento dell’equilibrio acido-base e forniscono anche energia per i processi catabolici (degradativi), sebbene i principali fornitori di energia del corpo siano carboidrati e grassi.

Secondo i calcoli, ca. Hai bisogno di 100.000 varianti di proteine ​​funzionali per prestazioni ottimali. Ogni complesso proteico è costituito da amminoacidi. Le proprietà di una proteina sono determinate da due cose principali, il tipo e la sequenza di amminoacidi che formano la proteina e la loro posizione spaziale. Abbiamo 20 aminoacidi che producono proteine, che, come i mattoncini Lego, costituiscono i diversi edifici, le proteine ​​funzionali.

Proteina funzionale

Come assemblare ogni proteina funzionale è codificata dal DNA immagazzinato nel nucleo, da cui vengono letti i singoli progetti di costruzione. Ecco perché i ricercatori hanno contato se fossero circa. 100.000 tipi di proteine ​​costituiscono il corpo umano, quindi devono essere almeno 100.000 geni, poiché ogni proteina con una funzione speciale ha bisogno di un progetto genetico.

Il disturbo in questa teoria è stato causato dal fatto che, dopo che il Progetto Genoma Umano ha calcolato il numero di geni posseduti da una persona, risulta che questo numero è inferiore a 25.000. Si è scoperto che l’80% della quantità di DNA presumibilmente “richiesta” semplicemente non esiste!

La previsione della precedente ipotesi scientifica era che i genetisti studiassero solo il DNA e non controllassero le proteine ​​dei cromosomi del DNA. Il DNA contenente informazioni genetiche è una molecola a catena lunga confezionata nei cromosomi. Questo perché la lunghezza delle molecole di DNA nel nucleo è maggiore della dimensione dei cromosomi. La lunghezza totale del DNA dei 23 cromosomi dell’uomo è di circa 1 m (!) In lunghezza. Pertanto, il DNA è presente nello stato di confezionamento in uno stato strettamente imballato.

Un gene può essere letto solo, vale a dire, l’informazione può essere ottenuta se la proteina che lo regola lo consente.( Lo so, un po’ complicato, manco i scienziati hanno risolto)

Ulteriori ricerche hanno portato a ulteriori complicazioni. Successivamente è stato rivelato che solo il 2% del pool genico è coinvolto nella produzione di proteine! Secondo il progetto ENCODE (Enciclopedia degli elementi del DNA), l’80% del DNA senza ruolo, che prima non era noto agli scienziati, era chiamato DNA “spreco o scuro”, come la produzione di proteine ​​e le proteine. regola la strutturazione del sistema.

Allo stesso modo, il DNA scuro è responsabile della lettura alterata dei geni codificanti le proteine ​​per influenzare gli effetti ambientali. Questo è un meccanismo epigenetico che consente a un essere umano, come si è scoperto, di avere solo 19.000 geni in grado di sintetizzare centinaia di migliaia di molecole proteiche (Ecker, 2012).

La maggior parte del DNA oscuro gioca un ruolo nell’espressione dei geni. Espressione genica significa che un particolare gene è espresso o meno, o fino a che punto, cioè, le informazioni contenute in esso sono leggibili o meno. Questo sistema attiva e disattiva i geni che producono proteine ​​e, eventualmente, modifica anche la loro struttura (Kolata, 2012).

I geni sono quindi elementi costitutivi e i segmenti di DNA non codificati sono schemi che illustrano come assemblare. Con la guida di questi, diversi organi di piante e animali sono costruiti dalla massa degli stessi mattoni. I codici del DNA oscuro sono direttamente correlati ai cambiamenti nell’ambiente. Quindi, questo meccanismo epigenetico regola il processo di trascrizione genetica.

Si è scoperto che queste proteine ​​regolatrici svolgono un ruolo altrettanto importante nell’ereditarietà del DNA. Affinché l’informazione nel gene impostato sia ottenibile da un segnale ambientale, che, alterando la forma della proteina bianca, la separa dalla doppia elica del DNA, rendendo leggibile il gene.

La genetica significa

☝Ciò significa che l’espressione o la non-espressione di un gene è determinata dalla coesistenza di diverse proteine ​​regolatrici. Quindi, le proteine ​​regolatrici sono come il pianoforte. I geni sono le tastiere. A seconda dell’ordine e del ritmo del pianista, la melodia si manifesta in questo modo. Quindi l’ambiente è il suono nella testa, le proteine ​​regolatrici sono il pianista, i geni sono la chiave del suono e la manifestazione è la melodia. ☝

DNA

La scienza ha ora riconosciuto che il flusso di informazioni che regolano gli esseri viventi e le loro funzioni cellulari inizia con la segnalazione dell’ambiente e determina, lega o non regola le proteine ​​nel nucleo del DNA, influenzando così la loro attivazione.

Quindi, la segnalazione dell’ambiente cellulare da parte delle matrici di proteine ​​recettore-effettore nella membrana cellulare, l’IMP viene trasmessa e trasmessa attraverso le proteine ​​regolatrici al DNA memorizzato nei cromosomi, da cui l’informazione corrispondente viene letta e quindi trascritta dal DNA all’RNA. che produce proteine ​​funzionali sui ribosomi (organo cellulare che sono la sostanza bianca) che determinano la funzione cellulare.

Possiamo dire che la funzione cellulare e la salute sono determinate da impulsi provenienti dal mondo esterno.
Questi segnali ambientali provengono da impulsi di segnalazione extracellulari, cioè dallo spazio extracellulare. Immagina le cellule del pesce che galleggiano in un acquario. Se viene aggiunto del materiale all’acqua dell’acquario, questo influenzerà le condizioni del pesce in esso contenuto. Il segnale ambientale può essere vario e interagisce con il corpo e influenza il funzionamento delle cellule.

Il segnale ambientale può essere di natura materiale ed elettrica, che sarà assorbito dalle proteine ​​recettore sulle membrane delle cellule come le antenne di un televisore.

Quindi il processo si presenta così:
Segno ambientale -> Recettori cellulari -> Esecuzione di proteine ​​che forniscono informazioni allo spazio cellulare -> Proteine ​​regolatore -> DNA -> RNA -> Proteine ​​funzionali -> Funzionalità cellulare.
Non voglio scombussolarti ulteriormente e arrivo il fatto, perché tutto questo chiacchiere!

Il punto è che la nutrizione è anche un effetto di una fonte esterna e quindi si trasforma in un segnale ambientale interno che può influenzare il funzionamento di alcuni dei nostri geni.
Diamo un’occhiata ad un esempio specifico. Carni rosse, carne di selvaggina, caffeina e alcol stimolano l’escrezione del cortisolo surrenale. Più mangi o bevi, più l’ormone del cortisolo produrrà nella tua ghiandola surrenale.

Esempio

Il cortisolo entra nel flusso sanguigno attraverso l’ormone endocrino, attraverso il quale raggiunge ogni cellula. I recettori del cortisolo sulla superficie cellulare rilevano e trasmettono queste informazioni sul segnale ormonale allo spazio intracellulare. All’interno di questa cellula viene attivato un enzima chiamato 11beta-HSD-

1. Questo enzima migliora ulteriormente la funzione dei geni che regolano i geni migliorando l’effetto del cortisolo nella cellula. Di conseguenza, anche il gene SOCS3 sul cromosoma 17 viene attivato. La sovra espressione (espressione genica) di questo gene codificherà la produzione di una proteina di soppressione del segnale a 3-citochine.

Questa è una proteina funzionale che farà diminuire i recettori della leptina e dell’insulina sulle cellule. Se questi recettori si bloccano, cioè diventano resistenti, la cellula non sarà in grado di ricevere abbastanza segnali di insulina e di ormone leptina. Di conseguenza, l’insulino-resistenza, che è il segno distintivo del diabete, o la resistenza alla leptina, può causare un’obesità anomala. (Si capisce come possiamo crearci malattie da soli)

E questo era solo uno dei tanti esempi che potrebbero illustrare come la nostra dieta influenza il funzionamento dei nostri geni. Ma scriverò di più su questi nel mio prossimo articolo. ( se ti interessa)
Dopo tutto, la nutrizione non conta, non vale la pena prestare attenzione cosa mangiamo … – dicono quelli che non conoscono la ricerca pionieristica e dogmatica della Nuova Biologia. Davvero , possiamo essere il nostro ingegnere genetico se lo usiamo alimentazione con saggezza.

Conclusione

Nei 30 giorni passati ho studiato tanto e questo articolo é il frutto delle mie ricerche e a parte aiuto del mio insegnante. Mi aggiorno sempre perché voglio rimanere il tuo consulente di benessere preferita. Buona serata e un abbraccio da Zita

Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto 👇

Chi sei?

Non ti preoccupare se non sai rispondere di queste domande al volo. Chi sei? Pochissime persone possono rispondere e la maggior parte chi risponde è sbaglia di grosso! Tutto dipende dai collegamenti dei neuroni?

collegamenti dei neuroni

 Pensiamo che per descrivere la vita basta disegnare una linea retta su un foglio o nella mente. Ma reagendo così, descriviamo veramente chi siamo, chi sei tu o chi sono Io? Non so se siete mai capitati nelle mani di un assicuratore o un consulente finanziario, loro progettano il tuo futuro con una linea, linea di vita, come chiamano loro. Per progettare il tuo futuro finanziario forse il metodo migliore ma la vita vera non è così! Visualizza bene da dove sei partito e dove voi arrivare, ma il resto? Peccato che solo nel momento della morte vediamo veramente chi siamo e cosa potevamo diventare! Troppo tardi! 

A volte, grazie a Facebook guardo i ricordi, 3 anni fa in questo giorno ho condiviso il seguente citazione … oggi non potrebbe essere più attuale 😊

Potrebbe essere un detto di Osho

Incredibile quante persone non sono consapevoli delle loro capacità, alcuni non vedono la loro bellezza.

Inizio di maggio ho portato vestiti e cose varie per i poveri in una parrocchia. Mi hanno chiesto se posso rimanere un po’ per aiutare. Ovviamente ho detto di si. 
Sedevamo dietro un tavolo, io, una suora e il prete. La gente che arriva deve firmare un foglio prima di recarsi altra stanza dove distribuivano il cibo e i vestiti. La gente che veniva aveva una cosa in comune, il loro sguardo. Il sguardo pieno di ammissione e rinunce e forse anche un po’ di vergogna. Questo ultimo quando scomparve voi dire che non farai più niente per migliorare la tua situazione. Sicuramente non hanno progettato la loro vita in questo modo. Allora cos’è che successo?

Perché sono …

Ogni persona il momento della firma riceve anche qualche belle parole. Come va, cosa fa ecc. 
Sono stata zitta per un po, poi non ce l’ho fatta, un uomo circa 40 anni che si lamenta che non cé lavoro ho chiesto se ha provato chiedere in spiaggia.
– Ma che senso? disse lui
– Fra un po metteranno i sdraio, ombrelloni, bisognerà pulire i vetri, riempire i scaffali. 
Non ci crederete ma lui mi guardava con sgomento, mai venuto in mente una cosa del genere. 
Dopo ogni persona che arriva io proponevo un’idea di come inventarsi un lavoro. La fine andata così bene che mi hanno chiesto di venire anche un’altra volta. Ho rifiutato.

Durante il viaggio di ritorno ho avuto tempo di pensare. La mia prima reazione é stato un po di rabbia? Ma queste persone preferiscono essere pigri che rialzarsi. Poi pensando: sono abituati talmente tanto della carità che non vedono il bosco dagli alberi.

Non é sempre la scelta migliore di aiutare, qualche volta bisogna rifiutare e lasciare che la persona batte la testa contro muro. 
Tu hai qualche storia al riguardo?

Allora chi sono?

Sono un riassunto di tutte le cose che ho conosciuto fino ad ora, tutte le cose che penso a me stesso, al mondo e tutto ciò che mi hanno detto, su qualcosa, su qualcuno, su di me e tutta la somma di questi pensieri che mi hanno suscitato.

Tutto questo, cioè, quello che io penso su di me e opinione degli altri su di me è la mia esistenza allora? Secondo me non è altro, solo la fonte, la causa o origine come reagiamo in determinate situazione, diventa il nostro modo di pensare. Diventa un’abitudine che secondo la definizione è tendenza alla continuazione o ripetizione di un determinato comportamento, quindi un comportamento spontaneo.  Quell’istante quando ci rendiamo conto di quello che siamo facendo, non è più un’abitudine ma diventa una scelta. Grande! Con una scelta consapevole possiamo cambiare le nostre abitudini! Spiego meglio attraverso una storia

Miranda Kerr è stato considerato una bambina insignificante, non ha mai ricevuto complimenti quale riguarda la sua bellezza. Quando all’età di 18 anni è la prima volta partecipato ad una sfilata non capiva cosa centra lei. Semplicemente era abituata a pensare di sé stessa come una donna insignificante e questa abitudine ha impedito a vedere quello che è diventata.

Miranda Kerr mentre immagina di essere brutta

Cosa possiamo fare?

Il nostro cervello non è grado di differenziare quello che è accaduto veramente o quello che è stato solo un pensiero o abbiamo visto in un film. Molto facile ingannarlo. Succede anche con le persone bugiarde, talmente tante volte ripetono una bugia che col tempo pensano che è accaduto veramente.

Quando avevo 24 anni, avevo un sogno ricorrente per parecchi mesi. Attraversavo un periodo abbastanza difficile e forse per questo sognavo una cosa così terribile e insolita. Avevo ucciso una persona, per fortuna il sogno cominciava solo il fatto accaduto, risparmiandomi il massacro. Il cadavere lo seppellito da qualche parte. Nel sogno parlavo con qualcuno, più che parlavo, descrivevo la mia preoccupazione in caso se troveranno il cadavere o se mi arrestano e dovrò passare la mia vita in prigione.

La prima volta quando ho sognato mi sono risvegliato a soprassalto in una marea di sudore. Ci voluto un’ora abbondante per calmarmi e ringraziare che è stato solo un incubo. Poi questo incubo è diventato ricorrente. Dopo un periodo non prendevo come un incubo, ma cominciavo essere e vivere come un latitante. Se i carabinieri o la polizia mi avvicinava io scappavo, se il buon costume entrava in un bar dove stavo con gli amici io andavo via. Anche se ero consapevole che tutto questo è ridicolo, non ci potevo fare niente. Poi per fortuna incubo è finito e sono tornata come una persona “pulita “ma non spaventarmi e pensare che mi possono arrestare quando vedevo i carabinieri, ci ha voluto molto tempo.  

Grazie di questo incubo ho capito che posso ingannare la mia mente, basta se ripetutamente cerco immaginare determinate faccende, il cervello non sa se quello che immagino è veramente accaduto o solo la mia immaginazione.  Per i miei collaboratori faccio fare “il cinema”, ma questo è una tecnica che adesso non entra nel argomento. Poi leggere cosa ne pensa Wikipedia a riguardo.

Conclusione

Ho conosciuto persone che non riuscivano pensare o credere che sono capaci di diventare manager nel Network Marketing e adesso guidano con mani fermi la loro impresa. Da bambini nasciamo con la consapevolezza che siamo unici, amabili e fenomenali, poi strada facendo permettiamo le circostanze di distruggere questo ritratto. Non dire mai ad un bambino che è impossibile! Vogliamo educare i nostri figli e non se ne rendiamo conto quello che loro potrebbero insegnare a noi. Prima di tutto, credere in noi stessi!

Adesso ti devo salutare, non credere quello che ho scritto, provalo e dopo mi dici cosa ne pensi. Un’altra volta ho scritto un articolo sul cambiamenti, se ti interessa poi leggerlo.

Lo stretching 21. giorno

Poi inserire lo stretching come parte integrante a qualsiasi disciplina sportive, svolgere come una vera e propria meditazione o come una semplice attività rilassante. Sei pronta/o l’ultimo giorno cioè il 21. giorno?

lo stretching
come rilassamento e i suoi benefici

Prima di parlare dei benefici di questo tipo di allenamento, vorrei congratularmi con Te!  Complimenti!

Hai ufficialmente raggiunto la fine della Sfida Pilates di 21 giorni. Puoi essere molto orgoglioso di te stesso per aver raggiunto il tuo obiettivo.

Fatti un piccolo regalo, un pensierino, qualcosa di speciale per le tue 3 settimane di duro lavoro e resistenza. Una nuova maglietta o un materasso di pilates …? Lo meriti! Se fossi vicino a Te, adesso ti abbraccerei.

Grazie mille per esserti unito a me in questa sfida. So che hai poco tempo, quindi è ancora più prezioso per me che hai trascorso questi 10-15 minuti al giorno con me per 21 giorni. Grazie col cuore.

Perché lo streching

Prima di tutto si pratica con lentezza, pazienza e con molta attenzione. Lo stretching aiuta a tenere flessibile le fibre muscolari, quindi aiuta che il sangue scorra correttamente all’interno delle vene e nei capillari senza subire nessun tipo di pressione da parte della muscolatura.   Anche gli spazi tra le ossa, nelle giunture o articolazioni, dipendono dalla giusta tensione della muscolatura. Se la muscolatura è troppo tesa o rigida, le ossa si comprimono a vicenda, consumando così i tessuti cartilagine in modo rapido, superando così il loro naturale tempo di rigenerazione. 

Sono arrivati messaggi o io parlavo con persone che non si sentono all’altezza. Mentre preparo un video dove mi sento in difficoltà di eseguire un esercizio, vedo loro davanti ai miei occhi, mentre alzano dal tappeto delusi, e sentono incapaci… Ma perché? Perché ti aspetti di fare tutto “perfettamente” per la prima volta? Non faccio perfettamente neanche io, nonostante che insegnavo. Ma se riguardi il primo e ultimo video, noterai la differenza. Non devi fare tutti gli esercizi perfettamente – né in questi 21 giorni, ne se ti decidi di ripetere alcuni video.

Forse è la prima volta che fai il pilates. Prima volta che fai qualsiasi esercizio fisico dopo tanto tempo. (Sopra quaranta anche un anno risulta molto tempo se parliamo di sport). A volte potresti sentirlo, sai e comprendi cosa e come dovresti fare, ma il tuo corpo semplicemente non ti ascolta (ancora). O lo vuoi fare davvero, ma i tuoi muscoli e la tua resistenza non sono all’altezza (ancora).

E la soluzione se per questo ti smetti di provare o che ti senti abbattuta? No!

Da un lato, ciò che abbiamo fatto con la sfida di 21. giorni è l’inizio di un processo. Impariamo il movimento, cominciamo ad abituarci agli sforzi.  D’altra parte, ci sono fasi anche mentre facciamo esercizio. Anche gli atleti che vanno alle Olimpiadi hanno dovuto attraversare questi fasi, che sono:

  • Prima devi solo copiare ciò che vedi
  • Più tardi riesci prestare più attenzione ai dettagli
  • Guardi gli esercizi come una buona vecchia conoscenza, i movimenti ti vengono automaticamente e cominci a divertire

Non si posso saltare le sezioni

IL FATTO È SEMPRE MEGLIO COME IL PERFETTO

Pensaci quello che adesso te l’ho detto e se hai quasi rinunciato dopo un esercizio più duro, ora riprendi il filo.

Modifiche in caso di ernia del disco, muscoli addominali estesi o per le donne incinte Con ernia del disco o chi soffre mal di schiena il posto del piegarsi avanti in piedi, mettete sdraiati, alzate le gambe e in questo posizione avvicinate verso il petto, anche alternando le gambe… Mantenete questa posizione il posto della torsione del corpo.

20. giorno Total Body

Oggi, il 20. giorno facciamo esercizi di Total Body. Lavoriamo in continuo senza fermarsi. Prometto che dopo ti sentirai molto soddisfatta/o e orgogliosa di te stessa.

Ieri e oggi avevo impegni irremovibili e dovevo registrare i video a pomeriggio. Potevo registrarlo 3 video giovedì, ma non volevo sgarrare. Se aspetto da voi che fate ginnastica tutti i giorni, non potevo sgarrare.

Il video di oggi, a dir poco é catastrofico ma importante che ce l’ho fatta! In questi 2 giorni sono tornata a casa tardi e ho mangiato verso le 15. Anche in questo video ancora non ho finito a digerire e sembro un ippopotamo. Ma vi prego, dopo che avete finito a ridere seguite le mie istruzioni e fate il total Body.

20. giorno

Vi rendete conto che siamo arrivati il 20. giorno. Sono contenta e triste perché sta per finire. L’ultimo giorno é domani, chiudiamo la sfida con un bel stretching. Ma, ancora dobbiamo finire questo giorno di Total Body. Gli esercizi sono un pochino più difficili come sembrano, ma sono molto efficaci. Io che adesso scrivo queste righe mi tremano le mani. Allora? Pronti! Vai!

Modifiche in caso di ernia del disco, muscoli addominali estesi o per le donne incinte Donne in attesa l’ultimo esercizio non partite da piedi ma in ginocchio, 3 passi avanti, flessione e tornate indietro. Le persone con problemi con la schiena o addominali estesi, durante esercizi non alzate le gambe piú di 45% evitare che caricate troppo la zona lombare.

Arriva l’estate e se vi piacerebbe vedere qualche integratore vi lascio un link. E se volete vedere un altro articolo per facilitare il vostro cambiamento verso una vita più sana, potete leggere questo post.