Come ottenere la felicità

Felicità o infelicità

Cerchiamo la felicità disperatamente quando la maggior parte della gente non sa che cosa‘è consiste

Kurt Tepperwein

Oggi vorrei parlare un altro lato del mio lavoro. Una parte che mi piace tantissimo. Appartenenza,riconoscimento e così via. Anche per la cosa più piccola vengo lodata, anche se non faccio nient’altro che svolgere il mio lavoro. Mentre in casa posso portare giù le stelle viene preso come normale. Lavoro in un ambiente dove esiste la passione e siamo positivi. Quando siamo insieme non parliamo dei problemi solo di soluzioni.

Vorrei adesso condividere alcuni pensieri che ho imparato mentre svolgevo mio lavoro. Ho scritto spesso, che procedendo con questo lavoro tutti diventano persone migliori. Oggi parliamo sulla felicità.

Se guardiamo il fatto che unica cosa che conduce per fare o non fare qualsiasi cosa è che vogliamo sentirci bene nella nostra pelle. Quindi oggi parliamo di emozioni. Di nuovo? Mi dirai. Niente da fare, sono le emozioni che creerà la tua vita e come ti senti nella tua pelle! Sei già stanco quando ti svegli? Allora forse nella tua vita dovresti realizzare un cambiamento. L’unico modo per creare la felicità è non voler influenzare il mondo esterno, ma ciò che dipende da te.  

Avete mai sentito parlare dello stress? Esistono tanti spiegazioni, uno di questo è  “nervosismo prolungato”. Ma la fonte, da dove deriva? Prima di tutto se perdiamo il controllo sulla nostra vita. Immaginiamo che intorno di noi le cose succedono e noi non abbiamo controllo, sentiamo vittime. La causa può essere che vogliamo influenzare cose che non dipendono da noi. Siamo simpatiche o simpatici a qualcuno? Non dipende da noi. 

Buona notizia

La buona notizia?  La scelta è nelle nostre mani. Possiamo sempre decidere di essere felici o essere infelici. La maggior parte delle persone ama la sua sofferenza. Forse, mettendo in una bilancia la sofferenza e la comodità, la lancetta della bilancia pesa di più sulla comodità. Le persone che si lamentano sempre, lo fanno perché non hanno altro argomento. Per loro una vera liberatoria se trovano qualcuno che lo ascolta. Questa e la loro storia, leccano le ferite e sono in teatro, sezione drammatica. Usano come scusa per non fare niente per la loro vita. Le obiezioni non sono altro che antidolorifici. Le alternative esistono, solo portano dolore, sacrificio e dimissioni.

Allora?

Ogni uno di noi abbiamo una frase magnifica. E allora? Chi se ne frega cosa é successo prima. Non possiamo fare niente. Quello che é importante e possiamo avere di controllo solo sul ADESSO. Nella vita tutto può essere imparato, anche la felicità. Essa non é altro che un modo di pensare e un modo di vedere quello che si circonda.

Mantieni i tuoi pensieri puliti

Anche se non sei un tipo che si lamenta, ma lo ascolti le lamentele, credimi, a lungo andare lo stesso modo é corrosivo. In un certo punto ti noterai, hai cominciato lamentarti anche tu. Se vivi mezzo le persone negative diventerai negativa anche tu. Come affermava Gandhi: Non permetterò a nessuno di passeggiare nella mia mente con i piedi sporchi. Voi dire, impedire a chiunque di influenzarmi con idee malsane.

Cosa possiamo fare

Un esempio. Quando qualcuno comincia parlare male di una terza persona con me, semplicemente dico. 

-Adesso fermati! Abbiamo due scelta. O chiami la persona al telefono e lo dici quello che voi dire a me o cambiamo argomento. Chi sa perché, cambiamo argomento, sempre.

Un’altra possibilità che uso con i lamentosi. La vita è una merda! – Per Te. Io non mi lamento sto benissimo. Perdono il filo. Non sono abituati.

Non rimasto altro che auguravi una bella serata

Con affetto Zita

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriore informazioni, potete chiedere qui sotto, specificando che ti interessa il lavoro o qualche prodotto.

  

Ritrovare te stessa

Con noi non sarai mai sola. Incontrerai molti uomini e donne che hanno ricominciato e attraverso la loro storia estrai la forza necessaria di ritrovare Te stessa!Un supporto vero e proprio, grazie a uplines, crosslines, clienti,collaboratori, relatori e motivatori che sono disposti ad aiutarti a sentirsi meglio con te stessa e a costruire la tua fiducia.

Costruire un business duraturo e stabile non è facile e richiede tempo, impegno e sacrificio. Ma siamo costruendo il nostro futuro e lo sforzo vale la pena. Se fosse facile, non pagherebbero così bene.Se fosse solo per il denaro! I leader di successo hanno fattori di motivazione che sono molto più profondi dei conti in banca. Bisogna affrontare questo lavoro come ricerca di valori. Molti diranno di No, ma alcuni mi diranno di SI. E io sono grado di aiutare di cambiare la loro vita il modo positivo.

Tutti noi abbiamo una storia e un viaggio che ci ha portato in azienda. Le nostre storie sono tanto diverse nei dettagli ma così simili in termini generali. Sia per sviluppo personale, di salute, finanziario,per compagnia o per tutto quanto sopra. Siamo qui per migliorare le nostre vite e risolvere un problema o due.

Stranamente il mio supporto è arrivato da dove meno aspettavo. A parte di mio figlio. Non è interessante che molti di noi hanno qualcuno che ci supporta e che ci aiuta nel nostro viaggio con Forever?

Stabilire contatti

Domenica pomeriggio mentre aspettavamo la fila per autografare il nuovo Cd del Maneskin parlavo con le persone. Noi avevamo il numero 357. Avevamo il tempo. Alcuni si lamentavano, perché il giorno dopo dovevano andare a lavorare. Per i figli uno si fa tutto.

Ero unica tra le persone presenti in vicinanza che non dovevo preoccupare per il domani. Questo è ovvio che ha creato curiosità.Una ragazzina mi ha domandato che lavoro faccio. Uhh! Come posso rispondere in modo che lei capisca. La fine ho detto:

  • Aiuto le persone per mantenere il loro stato di salute attraverso un sondaggio dove escludiamo i fattori di rischio.

La bambina mi guarda con occhi spalancati e afferma.  Allora sei un dottore.  

  • Non sono dottore, non curo le malattie, cerco solo aiutare a evitare.

 A questo punto anche i genitori mi guardavano.Per loro potevo spiegare diversamente, ma anche per la bambina ho dato una risposta veritiera. Parlando con loro altri 10 minuti abbiamo preso un impegno di andarci prendere un caffè insieme e spiegare meglio cosa si tratta. La mia è una proposta seria e non è una cosa che posso spiegare li mentre facevamo la fila.

Mio figlio fa equitazione. In maneggio un cavallo non si sa come ha procurato un bel taglio sul stinco. Ha passato la notte fuori in recinto, non si sa cosa è successo.Nella mia borsa si trovano sempre campioncini. Dopo che ho fatto vedere la proprietaria con telefono alcune foto dove il nostro veterinario ha curato altre ferite con Aloe Gelly, mi ha dato permesso di spalmare sulla ferita. Dopo 2 ore si cominciava a vedere che la ferita si chiudeva. Ho lasciato altre campioncini che basteranno per altri 2-3 giorni. Sono sicura che fra due giorni quando chiamerò la signora, potremmo stabilire un appuntamento, dove farò a vedere i nostri prodotti.

Non è difficile stabilire contatti. Questo è un lavoro che bisogna fare col cuore, il resto viene da sé.

Nel video spiego perché lo consiglio questo lavoro e facciamo due conti insieme.

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriore informazioni, potete chiedere qui sotto, specificando se siete interessati del lavoro o di qualche prodotto.

Le emozioni ostacolano o aiutano

Le emozioni hanno spesso il sopravvento sulla razionalità ne so qualcosa. Quando succede io mi fermo un attimo e cerco analizzare perché vorrei comportarmi in un determinato modo. Con allenamento si po’ fare.

Quando ricevo un no brusco lo so che il no non é per me, di solito proviene da una disinformazione. Quello che hanno sentito o semplicemente il loro cerchia intima qualcuno cominciato questo lavoro senza successo o con la persona sbagliata. Non tutti i Network o MLM sono uguali. Fammi spiegare con un esempio.– I dati statistici confermano che gli immigrati presenti in Italia sono 9%della popolazione. Invece chi abita in un paesino dove in qualche albergo alloggiano gli immigrati e entrando in piazza vede quasi solo loro, percepisce come 30%. Per loro la statistica é sbagliata o pensa che cercano diffondere il falso. “Confondere la parte con il con il tutto é un fenomeno molto diffuso in questo momento.” –sostiene Nando Pagnoncelli, Presidente Ipsos.

Lavorare in proprio oggi

Se passate inlibreria, troverete un marea di libri che spiegano come metterti in proprio.Secondo voi, perché? Capiscono che trovare il lavoro uno deve creare da solo?Vogliono dare una mano e aiutare come fare il grande passo. Cosa serve?

  • Un idea
  • Società o l’impresa
  • Ricerca dimercato
  • Negozio o ufficio
  • Prodotti
  • Fornitori
  • Adempimenti fiscali
  • Permessi  

Se vi interessa come diventare padrone del tuo futuro lavorativo, fino al 30 novembre poi scaricare una guida gratuitamente, se sei socio.  www.altroconsumo.it/guidepratiche con codice VA18110, codice guida G819.

Una alternativa valida

Se ti spaventa tutto questa burocrazia poisemplicemente cominciare un network, dove tutto è pronto. L’azienda ci hapensato di tutto, tranne la pubblicità. Quello dobbiamo fare noi. Come? Usandoi prodotti, e raccontare in giro la nostra testimonianza. Per questo è moltoimportante a scegliere una ditta dove i prodotti ci soddisfano. Io provo semprei prodotti di altre marche o le novità, per essere certa che sono il postomigliore. Un’altra cosa che mi assicura? Ho clienti che lavorano con 3 altreditte e nonostante alcuni prodotti comprano da me. Siamo i migliori sulmercato, niente da fare.

Io lavoro in gruppo, dove ogni membro aggiunge qualcosa allo sviluppo del gruppo. Non per ultimo, in gruppo si diverte meglio.

Forniamo un aiuto concreto per il prossimo.

Pagamento meritocratico

Da noi la diseguaglianza non esiste. Ilstipendio viene calcolato esclusivamente attraverso il lavoro svolto,prescindere d’età o provenienza. Praticamente qui in Italia una donna puòguadagnare come un uomo in America. Niente male, vero?

Ti aspetto! Tu hai cominciato a conoscermi, adesso mi piacerebbe conoscerti. 

Buon proseguimento della giornata e un abbraccio. Zita

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriore informazioni, potete chiedere qui sotto

L’atteggiamento giusto?

Non mi stanco a ripetere che l’atteggiamento positivo é importante. Durante un appuntamento o quando parlo con il Team , io sono sempre positiva.

Il mio atteggiamento é positivo perché dev’essere così e basta. Non voi dire che per me é tutto facile o io non ho problemi. Semplicemente lo so come mettermi il turbo. Ascolto una musica che mi ricarica. Vedo qualche mini film che mi da la giusta carica. Semplicemente quando incontro una problema, cerco la soluzione.Inutile rimuginarci sopra se non riesco risolverlo. Bisogna andare avanti.

Ricordi la signora che voleva lavorare con me?

Giulia si lamenta sempre. Giulia che ha speso non si sa quanti soldi per una coaching di 4-5 giorni , che non ha funzionato mi sa. Giulia pensa che le cose brutte succedono solo con lei. Sbrodola quasi maschilisticamente  ogni male che  ha ricevuto ed ogni mio invito di reagire, viene sparsa nel vento. Mi dice che vuole cambiare ma non ha la forza.

Non sarà facile a fargli togliere quel guscio dove si é nascosta la vera Giulia guerriera, ma io sono testarda e cerco di aiutare. O cambia o si scappa. Di solito quando uno/a comincia un nuovo lavoro é pieno di entusiasmo e dimostra interesse. Qui parliamo un lavoro che ha scelto Giulia, lei che mi ha contattata.

Io mi accorgoquando uno si ferma e conosco anche il motivo! Ma Giulia per qualche motivo nonvuole partire, allora perché dopo una settimana ha effettuato un ordine? Lo soche non é facile. Non ho mai detto al contrario. Si comincia e poi si incontracon i primi difficoltà. Si riceve i primi no, i famigliari o amici non prendonocome abbiamo sperato e così via. Li bisogna avere la forza di volontà ericordare perché lo facciamo.

Sentite come é andata a Giulia

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriore informazioni, potete chiedere qui sotto

Segui la folla o tracci un nuovo percorso?

Ricorda sempre che se segui la folla, non sarai mai seguito da una folla. Traccia un nuovo percorso e lascia una forte impronta che gli altri ti seguiranno.

Nel mio caso é tutte e due affermazioni sono validi. Non dobbiamo fare nient’altro che seguire quelli che sono avanti a noi. Se guardiamo il punto di vista della società allora possiamo dire che siamo tracciando un nuovo percorso. Nessuna famiglia dove non chi sono imprenditori vedono con buon occhio quando un membro arriva a casa con intenzione di apprendere questa strada. Io non ho sentito ancora. Se conoscete qualcuno, fatemi sapere, vorrei congratularmi con loro.

Prima di giudicare male

questo tipo di lavoroconsiglierei parlare con 3 – 5 persone che hanno avuto successo. Parlate conloro e vedrete che sono persone stupende, socievoli e con un grande cuore.Potete vedere anche quelli che parlano male. Loro che tipo di carattere hanno,sono socievoli, positivi? Mettete in confronto i due tipologia di persone.Fatemi sapere com’è andata! Prima di tutto Devo distinguermi per essereseguita. Per me la parte più difficile. Dopo 12 anni che non sentivo altro, nonsei nessuno, non sei capace a fare niente è così via, la mia autostima non èproprio il massimo.

Secondo anno che seguo un corso per ritrovare me stessa. Quella donna che non aveva paura di sognare, quella che ha detto che impara a volare, parteciperà una gara nazionale e comprerà un appartamento a Budapest. Ho firmato il contratto di compravendita nel 1992. Mi sono classificata come vice campionessa di Fitness nel 1998 e nel 1997 la prima volta guidavo da sola un Jetfox. Tutto questo non solo perché ero giovane, contava il fatto che ero determinata e non avevo paura di sbagliare. Il tempo troveremo sempre per correggere i nostri sbagli.

Non inventare le scuse

 Quando ti succede qualcosa hai due possibilità: Lamentarti, accusare altri e non fare nient’altro Non lamentarti e cercare una soluzione Come diceva Benjamin Franklin “Chi è bravo a inventare scuse raramente è bravo a fare altro”

Nel video parlo della nuova generazione.  

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriore informazioni, potete chiedere qui sotto