Legge di attrazione-come interpretare

La Legge di Attrazione è una delle Leggi che governano l’Universo. E’ una legge immutabile, imparziale, e agisce sempre, a prescindere dal fatto che se ne sia consapevoli o meno.

Questa Legge nella tua vita stabilisce la differenza tra il successo e il fallimento. Posso descrivere con tre parole, ESSERE, FARE, AVERE. Grandi motivatori come Brian Tracy, Robert Kiyosaki,  hanno usato e usano fin ora e ogni uno di noi interpreta come fa il più comodo. Come interpreto io? Vediamo

Legge di attrazione, essere, fare, avere

La legge di Attrazione al modo mio

AVERE Stranamente nella mia interpretazione parto dall’ultima parola, avere. Per me è l’obiettivo è avere, il FARE sono le azioni necessarie per AVERE e di poter realizzare. Qui potrei menzionare mille esempi ma come sono una Network parlo di quello. Ormai il web ulula delle possibilità di poter lavorare online con prodotti di benessere, di alimentazione, pulizia della casa, le possibilità sono infinite. Adoro quando uno scrive: E arrivato il momento di entrare in questo business, Cerco 3 collaboratori per un lavoro da casa online…

Secondo Te chi risponde un annuncio del genere? Secondo me solo gente che cerca facile guadagno, vuole guadagnare con meno sforzo possibile. Io sono contenta per questo, mi fanno una preselezione. Ma torniamo da capo.

ESSERE

Se io leggerei un annuncio del genere  non risponderei neanche. Chi è che lo scrive? Cosa ha da insegnarmi? Io devo sapere chi sei! Devi ESSERE una persona che mi suscita interesse, una persona che io voglia di seguirlo. Io studio tanto, cerco di diventare mese per mese una versione migliore di me stessa. Voglio diventare la PERSONA che migliaia di persona decidono di fare Network con me. La mia motto è conoscere – non giudicare, essere umile – ma non sottomessa, ascoltare e avere pazienza.

Io ricordo una signora che aveva un negozio. Ogni volta che entravo lei aveva un pessimo umore, mi faceva sentire come un intruso. In effetti andavo solo in caso di necessità. Il negozio durato a poco.  Allora quando hai pochi clienti o non riesci a reclutare persone, fai la domanda: sono una persona che vale la pena a seguire? Se no, cercati migliorarti. Se sei sicuro di te stesso, di ciò che fai e, soprattutto, di ciò che sei, allora i risultati saranno stupefacenti. Non è un lavoro che si svolge solo per i soldi, ci vuole un gran cuore.

“Il livello di successo che possiamo raggiungere supera raramente il nostro livello di sviluppo personale, perché il successo è qualcosa che si attrae in virtù della persona che si diventa.” Jim Rohn (imprenditore statunitense, autore e speaker motivazionale.)

FARE

Qui dovresti fare un elenco di cose da FARE per realizzare i tuoi obiettivi, cioè il tuo avere . Non ti spaventare, se sei arrivata a questo punto voi dire che sei speciale. Tu lo sai cosa voi avere, la maggior parte delle persone non sanno quello che vogliono.

Condividi le azioni necessari in piccoli traguardi. Non guardare sull’ intera scala da scalare, molto scoraggiante. Focalizzati sulle singole azioni per un lungo periodo di tempo, solitamente di almeno 90gg. Una scala la volta. Io condivido cose da fare giornaliero, settimanale e mensile. I grandi risultati arriveranno, intanto vado avanti.

Adesso sarò un po’ crudele! Secondo le statistiche 90% delle persone pur avendo una lista da fare non riesce aggiungere obiettivi prefissati. Perché? Si perdono nella valle della disperazione. Ti spiego subito cosa si tratta.

Ciclo emotivo del cambiamento

“Abbiamo sempre due scelte nella vita: accettarla così com’è o accettare la responsabilità del cambiamento.”

Se non voi leggere vai direttamente da video.

Cambiamento volontario (frutto di una scelta responsabile e involontario, momenti e situazioni che ci colgono alla sprovvista

Ciclo emotivo del cambiamento che è stato studiato da Don Kelley e Daryl Conner. Composto da cinque diverse fasi, ognuna delle quali caratterizzata da un preciso stato emotivo.

Come dico nel video, per me è aiutato molto a venire in conoscenza il fatto che passiamo tutti i quanti. Spero che preziosa utilità per conoscere in anticipo tutti gli ostacoli, le “montagne russe” che ci incontreremo e le emozioni che ci proviamo durante un cambiamento.

Le diverse fasi

  • La prima fase, quella dell’“Ottimismo Ingiustificato” è legata all’entusiasmo del primo giorno, quel senso di invincibilità irrazionale che rende tutto possibile, guidato dalla motivazione ai massimi livelli. Ha una durata breve e per evitare di precipitare nel vuoto nelle fasi successive, è bene mettere per iscritto tutti quei benefici che ci si aspetta di ottenere dal cambiamento.
  • La seconda fase infatti è quella del “Pessimismo Giustificato “e sopraggiunge già dopo pochi giorni dall’inizio del percorso. Può sembrare di andare contro il muro, più grande la forza o la velocità più grande e doloroso sarà il rimbalzo. Ci si inizia a fare domande sull’utilità delle proprie azioni 90% delle persone si bloccano qui. Non per caso chiamata anche “valle della disperazione”, perdono motivazione e mollano tutto. Solo superando la valle della disperazione con la giusta forza di volontà l’obiettivo può essere raggiunto.
  • Terza fase è quella del “Realismo Incoraggiante, consiste nel riportare lo sguardo sui prossimi passi da seguire, darsi una data di scadenza, tirare le somme del percorso e valutare i progressi fatti, i risultati ottenuti, iniziare un progetto sappiamo fare tutti, se ti focalizzi sull’intero scala ti scoraggi…
  • Quarta fase è quella dell’“Ottimismo Giustificato “raggiungibile rimanendo focalizzati sulle singole azioni per un lungo periodo di tempo, solitamente di almeno 90gg. Un gradino a volta, Come fare? Dimentichi il risultato finale! Oggi cosa devo fare? Faccio e stop! Analizza, decidi, cambi modo di reagire se non porta risultati.
  • Ultima fase è la “Celebrazione del cambiamento, diventato finalmente realtà e che dunque può essere celebrato, poi iniziare a guardare ai prossimi obiettivi, cercando di raggiungere mete sempre più ambiziose. In questo punto hai pieno fiducia in te stesso il progresso è consolidato. Non rimane altro che insegnare agli altri di non avere paura di cambiare.

Non dimenticati di lasciare la tua e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra. Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto 👇

Ciclo emotivo dovuto dal cambiamento

Ti auguro una bella serata e divertiti nel primo maggio. Con affetto, Zita

Grazie per la condivisione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *