Menopausa solo per un giorno

Tutto quello che c’√© da sapere sulla menopausa

Vorrei precisare che non sono dottore, nel’universit√† ho studiato biologia e da anni aiuto le donne per sopravvivere al meglio di questo periodo. In questo post volevo assumere tutto quello che so sulla menopausa, dove anche io sono una “vittima” da 2 anni.

 

VITA DOPO LA MENOPAUSA – PARTE 1

Nelle ultime settimane mi sono state poste domande sulla menopausa. Così ho pensato che oggi, prendo questo tema , sotto forse un altra luce. Ci metto sotto  il microscopio è sicuramente almeno uno, preferibilmente due  serie di articoli.

Ci sono molti approcci a questo argomento . Ho scelto un percorso che mostra i cambiamenti¬† alla luce dei negli ormoni sessuali . Il¬†tempo avanza, sempre pi√Ļ studi, nuove scoperte e risultati della ricerca vengono alla luce. Ad esempio¬† quello che prima era un tesi infallibile ora ha perso completamente la sua validit√†, o almeno alcune parti sono stati cambiati, o almeno sono stati chiariti.¬†

Bene, dopo tutte queste introduzioni, come primo passo chiariremo alcune importanti informazioni.

Klimax

Il climax¬† in genere avviene¬† intorno a 45-50 anni.¬† Con questo, il cervello femminile entra nella fase iniziale della premenopausa, che dura circa 9 anni. Prima della menopausa? S√¨ signore, non √® stato un errore di battitura, perch√© la menopausa √® letteralmente dura solo 24 ore (vale a dire 1 giorno), esattamente un anno dopo l’ultimo ciclo mestruale.

 

La postmenopausa inizia il giorno successivo. Ma non voglio essere cos√¨ frettolosa, dal momento che la maggior parte dei “sintomi” che per alcune delle signore causa molti disaggi, avvengono nel periodo di perimenopausa che solito dura 12 mesi. La premenopausa conosciuta anche come periodo di transizione perimenopausale √© il momento precedente all’insorgere della menopausa.

(Basta notare tra parentesi che se per una donna in premenopausa¬† viene rimosso l’utero e/o le ovaie chirurgicamente, entra immediatamente in menopausa senza alcuna transizione.)

 

Diamo un’occhiata a ci√≤ che sta accadendo nel cervello durante il periodo della perimenopausa. In primo luogo, il cervello diventa meno sensibile agli estrogeni per qualche ragione. Nasce un disturbo nel dialogo tra il cervello e le ovaie. Di conseguenza, il ciclo subisce cambiamenti, diventa irregolare mese dopo mese, oppure √© caratterizzato da perdite di sangue abbondante.

Ondate di calore

Le ovaie cercano di compensare l’insensibilit√† del cervello agli estrogeni per alcuni mesi. Producono pi√Ļ estrogeni, che genera un sanguinamento mestruale pi√Ļ abbondante. Cos√¨, ridotta causa della insensibilit√† agli estrogeni del cervello, crea una cascata di sintomi che per mesi o anni genera una valanga di disturbi, come- ondate di calore,dolori articolari, ansia, calo della libido fino alla depressione.

Quest’ultimo, purtroppo, (14 volte) notevolmente pu√≤ aumentare, due anni prima del ultimo mestruazione. Come pu√≤ essere spiegato? Si stabilizza un livello basso di estrogeni nel cervello, causando “confusione”¬† nel ormone della felicit√† che √© responsabile per lo sviluppo di stato d’animo e disfunzione delle cellule come, serotonina, dopamina e noradrenalina.

Estrogeni

Bisogna dare la colpa del bassi livelli di estrogeni anche i sintomi come, irritabilit√†, mancanza di concentrazione e stanchezza. L’effetto di privazione del sonno che ulteriormente pu√≤ pesare sul stato di animo e quindi arriviamo ad un problema molto comune nelle donne in peri-menopausa.¬† Causa delle fluttuazioni degli livelli dei estrogeni disturbano i tempi di sonno nel cervello femminile.

Se la mancanza di sonno diventa irregolare, la concentrazione si riduce, diventiamo pi√Ļ irritabili. Quindi anche se cerchiamo fare spesso del nostro meglio, pu√≤ succedere di fare qualcosa o dire qualcosa di cui ci pentiremo pi√Ļ tardi.

Calo dei estrogeni

Al momento della perimenopausa possono verificarsi, sbalzi d’umore e irritabilit√† perch√© il calo definitivo dei livelli estrogeni nel cervello ¬†rendono sensibili allo stress e la depressione. Dopo che il cervello femminile √® “sopravvissuto” a questo periodo di squilibri ormonali, gradualmente si abitua ai bassi livelli di estrogeni. I bassi livelli di estrogeni sono legati ai livelli di estrogeni “normali” prodotti durante gli anni fertili!

La spiegazione per questo √® molto semplice: la produzione di estrogeni del corpo femminile non si arresta mai, ma √® solo viene dimezzata con la menopausa. Dopo la menopausa viene prodotta nel ghiandole surrenale e nel tessuto adiposo e pi√Ļ aumentiamo di peso pi√Ļ l’estrogeno viene prodotto e immagazzinato nel corpo.

Prodotti chimici

Questo a sua volta solo un lato della medaglia, bisogna aggiungere a questa quantit√† di estrogeni le assunzione ¬†dei fitoestrogeni attraverso la dieta. E l’ambiente? Detersivi, bagnoschiuma e prodotti per la pulizia contengono ¬†xeno – estrogeni. Possiamo affermare, che viviamo in un mare estrogenico.

Il progesterone, che è responsabile per compensare gli effetti degli estrogeni, sta diminuendo, e la fine della menopausa la sua produzione é 0. Io dopo la menopausa uso solo il nostro detersivo e bagnoschiuma. Per abbassare i livelli degli estrogeni bevo Freedom. Ma vorrei approfondire di questo nel prossimo post.

Ma tornando al processo di pensiero originale. Per la maggior parte delle donne questi sintomi della perimenopausa dopo il periodo della postmenopausa si alleviano.¬† Alcune donne i sintomi persistono per 5 o pi√Ļ anni. La stanchezza, sbalzi d’umore, disturbi del sonno, “nebbia mentale” e memoria inaffidabile.

Anzi, nei primi 5 anni ¬†dopo il ¬†post-menopausa, la memoria a breve termine si sta deteriorando in modo significativamente. Come nel mio caso ed √© terribile. Vado fare la spesa e al improvviso non mi ricordo il PIN della mia carta di credito. Sono li a cassa e vorrei urlare per la frustrazione. Basta, prendo il Ginko, per la memoria, non ne posso pi√Ļ.

 

Perch√© siamo cos√¨¬†sensibile dei declino di livelli estrogeni e livelli di progesterone? In quanto entrambi sono ormoni buoni che influenzano i vasi sanguigni del cervello Aumentano l’efficienza dei mitocondri (organelli che producono energia), e aiutano a mantenere e riparare i cavi di collegamento tra le regioni del cervello.

 Il cervello

Quando il nostro cervello si invecchia e il nostro corpo non ripristina pi√Ļ queste relazioni. Perdiamo la nostra materia bianca e il nostro cervello rallenta o non elabora o non invia¬† le informazioni. Da quanto √® stato descritto finora, √® comprensibile il motivo per cui le donne in menopausa sono meno vulnerabili agli ictus rispetto agli uomini della stessa et√†.

 

Vorrei aggiungere, perché trovo interessante e per dare anche qualche notizia buona per noi donne, che in caso di una lesione cerebrale la morte delle cellule cerebrali si distingue da sesso, mentre nelle donne in questo momento il livello di glutatione (molecola antiossidante che responsabile sostenere la sopravvivenza delle cellule cerebrali) rimarrà stabile, ma può scendere fino al 80 per cento degli uomini.

 

Gentile signore , compagne di ventaglio.

So che siete tante che soffrite di sintomi della menopausa. Un stato naturale proprio come la pubert√† o la gravidanza, ma in qualche modo non era cos√¨ felice. La situazione non √® proprio facile, perch√© non solo fisicamente, ma anche il livello psicologico si deve combattere. Inutile abbellire, questo processo. √Č un addio vero e proprio. Un saluto definitivo della – mestruazione ¬†– anche se a volte causava un sacco di disagi, uno dei simboli della femminilit√†. Ci lasciamo alle nostre spalle et√† fertile. La cattiva notizia √® che non puoi evitarlo, ma la buona notizia √® che puoi prepararti per affrontarlo!

Come? Puoi saperne di pi√Ļ¬† della prossima volta! ūüôā

 

Con affetto: Zita

Non dimenticati di lasciare la tua e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra. Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto ūüĎá

Grazie per la condivisione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *