Risoluzione problemi lavorativi

Come tutte le emozioni umane anche i problemi hanno i segnali premonitori per anticipare, e non solo nei problemi lavorativi, i modi di reagire quando emerge un problema e ci sono alcuni che preferiscono ad evitare i problemi.

Il problema rimane anche se hai paura

Settimana scorsa ho avuto a che fare con tutte le situazioni menzionate sopra. Tutto per quel cavolata di webinar che ho fatto giovedì scorso sull’alimentazione. Generato un sacco di problemi, ma per fortuna ho risolto tutti.

Tutto è cominciato a metà marzo quando il mio sponsor è venuto a sapere che io ogni lunedì faccio una trasmissione live su Facebook per mio gruppo e per quelli che seguono la mia pagina dedicata al mio lavoro. Come lui (il mio mentore) è un tipo gufo, cioè piace rimanere sveglio fino tardi e dormire un po’ di più la mattina, non ci voleva credere che faccio la mattina alle 8.30. HAHA, non sa che prima facevo alle 7.30!

Origine del problema

Troppo chiacchere, vado al dunque! Mi telefona un giorno e disse che la trasmissione devo fare la sera alle 21, su ZOOM (una piattaforma gratuita e no, che è viene utilizzata soprattutto per i meeting online) che mi apre lui la sua stanza virtuale. Io ero un po’ perplessa, non capivo il motivo. Fare un meeting online così, su due piedi, non è facile e sicuramente non è immediato. Ma io il live lo faccio su lavoro online per mio gruppo o motivazionale live pubblico. Punto!

Le insidie sono problematiche

Anche se il web ulula di guru e falsi profeti, io non vorrei spacciarmi uno di loro. Chi è interessato della mia trasmissione motivazionale è libero seguirmi sulla pagina e ascoltarla ogni lunedì o più tardi rivedere sul mio canale YouTube, dove scarico i video quando ho un attimo di tempo. La gente che mi segue tutti i lunedí perché dovrebbero venirci a sentirmi la sera?

La seconda possibilità che faccio sul lavoro online! Ma perché dovrei insegnare altri aziende come si lavora online? Io imparo da Eric Worre, che secondo me è migliore quale riguarda il Network Marketing e tutto quello che insegna lo trasmetto per il mio Team. Un conto di farsi duplicare e un’altra cosa a insegnare. Prima di poter imparare da lui non ti dico quanti corsi ho fatto. La maggior parte è stato tempo perso e un minor parte dove ho preso la fregatura. Secondo me dovrebbero fare solo quelli che sanno dare qualcosa di valore e non solo incassare soldi.

Forse insegnerò pubblicamente il Network, dopo che ho fatto minimo per 10-15 anni e /o divento diamante.

Quindi combattevo con questo problema. Per il mio gruppo insegno tutto quello che ho studiato, quindi per loro non devo fare un altro webinar a parte. Per altri linee non posso mettermi il naso, non sarebbe coretto. ( Se sei interessato di cosa parlo del solito)Allora perché devo fare questo webinar, per chi devo fare e sul quale argomento?  Mi ci ha voluto 3 giorni per inventare qualcosa di intelligente e interessante, pensavo io. Sapevi che 1 su 10 è interassato solo cosa sta mangiando e se quello che mangia fa bene o fa male a suo organismo?

Problema di reperibilitá?

Come ho affrontato il problema

Sicuramente successo anche a te che quando hai un problema, giorno e notte non riesci a pensare altro. Così ho fatto. Unica cosa che non capisco, perché ho dovuto rimuginarmi sopra per 3 giorni. La soluzione era semplice e evidente. La mia passione! Quello che studio da anni, cerco sempre le ultime novità e le ultime scoperte. Alimentazione e la Biochimica Umana. Allora intorno a 28 marzo ho chiamato e ho detto che il webinar il 4, aprile sull’alimentazione e ho domandato se per lui potrebbe andare bene. Lui ha detto che è perfetto.

Tutto ho studiato e continuo a studiare in Ungheria. Un conto se parlo con qualcuno che ha deciso di dimagrire e insieme facciamo una dieta personalizzata o se per minimo 40 minuti devo parlo al vivo con diverse persone, di cui non vedo le reazioni.  Ho preso il vocabolario e il mio libro di anatomia e mi sono messo di studiare parole specifiche. Creato la pubblicità, invitato persone e studiavo. La fine su non si sa quanti inviti una cinquantina di persone hanno confermato la loro presenza.

Webinar non sull’alimentazione ma “come affrontare i problemi”

Un giorno prima ci siamo sentiti al telefono per confermare tutto. OKEY! Un corno! Non si ricordava!  Il grande giorno alle 20.57 ho dovuto richiamarlo che la stanza non si apre. Secondo me ha dimenticato. Verso le 20. 30 una ventina di persone con diversi scuse ha disdetto appuntamento, alle 21.02 sono partiti le telefonate che non riescono ad entrare. Come non sono stata io ad aprire la stanza, non potevo controllare. Non potevo aprire e chiudere i microfoni, mentre rispondevo al telefono non potevo mettere la musica e ecc. Regnava il caos. Il finale da 28 persone collegate all’inizio sono rimasti solo 7.

Per me è stato un vero e proprio tuffo nell’acqua profonda. Ma vorrei congratularmi che non ho perso neanche per un attimo il mio controllo e le 7 persone rimaste erano stracontenti del contenuto e ha piaciuto molto argomento. . Ho deciso che ripeterò sulla mia pagina di Naturalmente per le persone che volevano sentire ma non sono riusciti ad entrare quel benedetto di Zoom.

 Conclusione

All’inizio ho preso male che lui insisteva e dopo se ne fregava di cosa succede. Poi ieri sono andata a casa sua e abbiamo parlato. Ci stato un equivoco. Lui mi voleva aiutare prestando la stanza e basta. Il positivo di tutto questo? Adesso so nuotare e ho trovato il mio missione!

Vi auguro una bella giornata. Con affetto, Zita

Non dimenticati di lasciare la tua e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra. Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto 👇

Grazie per la condivisione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *