Come ottenere la felicità

Felicità o infelicità

Cerchiamo la felicità disperatamente quando la maggior parte della gente non sa che cosa‘è consiste

Kurt Tepperwein

Oggi vorrei parlare un altro lato del mio lavoro. Una parte che mi piace tantissimo. Appartenenza,riconoscimento e così via. Anche per la cosa più piccola vengo lodata, anche se non faccio nient’altro che svolgere il mio lavoro. Mentre in casa posso portare giù le stelle viene preso come normale. Lavoro in un ambiente dove esiste la passione e siamo positivi. Quando siamo insieme non parliamo dei problemi solo di soluzioni.

Vorrei adesso condividere alcuni pensieri che ho imparato mentre svolgevo mio lavoro. Ho scritto spesso, che procedendo con questo lavoro tutti diventano persone migliori. Oggi parliamo sulla felicità.

Se guardiamo il fatto che unica cosa che conduce per fare o non fare qualsiasi cosa è che vogliamo sentirci bene nella nostra pelle. Quindi oggi parliamo di emozioni. Di nuovo? Mi dirai. Niente da fare, sono le emozioni che creerà la tua vita e come ti senti nella tua pelle! Sei già stanco quando ti svegli? Allora forse nella tua vita dovresti realizzare un cambiamento. L’unico modo per creare la felicità è non voler influenzare il mondo esterno, ma ciò che dipende da te.  

Avete mai sentito parlare dello stress? Esistono tanti spiegazioni, uno di questo è  “nervosismo prolungato”. Ma la fonte, da dove deriva? Prima di tutto se perdiamo il controllo sulla nostra vita. Immaginiamo che intorno di noi le cose succedono e noi non abbiamo controllo, sentiamo vittime. La causa può essere che vogliamo influenzare cose che non dipendono da noi. Siamo simpatiche o simpatici a qualcuno? Non dipende da noi. 

Buona notizia

La buona notizia?  La scelta è nelle nostre mani. Possiamo sempre decidere di essere felici o essere infelici. La maggior parte delle persone ama la sua sofferenza. Forse, mettendo in una bilancia la sofferenza e la comodità, la lancetta della bilancia pesa di più sulla comodità. Le persone che si lamentano sempre, lo fanno perché non hanno altro argomento. Per loro una vera liberatoria se trovano qualcuno che lo ascolta. Questa e la loro storia, leccano le ferite e sono in teatro, sezione drammatica. Usano come scusa per non fare niente per la loro vita. Le obiezioni non sono altro che antidolorifici. Le alternative esistono, solo portano dolore, sacrificio e dimissioni.

Allora?

Ogni uno di noi abbiamo una frase magnifica. E allora? Chi se ne frega cosa é successo prima. Non possiamo fare niente. Quello che é importante e possiamo avere di controllo solo sul ADESSO. Nella vita tutto può essere imparato, anche la felicità. Essa non é altro che un modo di pensare e un modo di vedere quello che si circonda.

Mantieni i tuoi pensieri puliti

Anche se non sei un tipo che si lamenta, ma lo ascolti le lamentele, credimi, a lungo andare lo stesso modo é corrosivo. In un certo punto ti noterai, hai cominciato lamentarti anche tu. Se vivi mezzo le persone negative diventerai negativa anche tu. Come affermava Gandhi: Non permetterò a nessuno di passeggiare nella mia mente con i piedi sporchi. Voi dire, impedire a chiunque di influenzarmi con idee malsane.

Cosa possiamo fare

Un esempio. Quando qualcuno comincia parlare male di una terza persona con me, semplicemente dico. 

-Adesso fermati! Abbiamo due scelta. O chiami la persona al telefono e lo dici quello che voi dire a me o cambiamo argomento. Chi sa perché, cambiamo argomento, sempre.

Un’altra possibilità che uso con i lamentosi. La vita è una merda! – Per Te. Io non mi lamento sto benissimo. Perdono il filo. Non sono abituati.

Non rimasto altro che auguravi una bella serata

Con affetto Zita

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriore informazioni, potete chiedere qui sotto, specificando che ti interessa il lavoro o qualche prodotto.