C’EST LA VIE – PRENDILA COME VIENE


C’est la vie, devo prenderlo come viene. Proprio oggi che è la festa di San Valentino, le festa degli innamorati, mi succede una cosa poco piacevole. Bisogna andare avanti e sta sera festeggero lo stesso.

 A Milano addirettura ce Il Festival dell’amore! “Il progetto, ideato da Franco Bolelli, Manuela Mantegazza e Mario Viscardi sarà un appuntamento fatto di talk, musica, reading, film, ma anche di pubbliche dichiarazioni e riti d’amore. Non possiamo andarci, che peccato. C’est la vie.

Oltre alla presenza di vari personaggi di cinema, tv, musica e cultura, che racconteranno le loro visioni sui sentimenti, il festival darà un ruolo attivo e voce anche a chi vorrà partecipare condividendo la propria storia. Oltre ai talk ci sarà spazio per tutti coloro che visiteranno il festival: verrà allestita una platea romantica arredata con una moltitudine di letti da dove si potranno vedere video e installazioni d’amore tratte da film e serie 

Cosa bolle nella pentola

Non mancheranno dj set, performance artistiche e musicali e La Pina con Diego Passoni e la Vale, che assieme formano il team di Pinocchio, lo storico programma serale di Radio Deejay, celebreranno liberi matrimoni per tutti quelli che si faranno trasportare dalle emozioni… o anche solo dal momento.” Come ho letto sul Real Time magazine.

Questa festa è un’occasione perfetto per dimostrare il vostro amore non solo verso il vostro partner ma per fare una telefonata a qualcuno che dà molto non lo sentite e perché no fare fine ai vecchi rancori. Non sprecate l’occasione prendete come viene C’EST LA VIE

La mia vie c’est

Sta sera abbiamo organizzato un aperitivo a base di Aloe, giusto per fare un po’ di pubblicità per i nostri prodotti. Non so, ti ricordi di Giulia? La mia incaricata, lamentosa e scansa fatica? Diversi giorni fa che non si fa a sentire. 3 giorni fa ho mandato un messaggio per domandare cosa fa, come si sente. Volevo invitare se vuole per venire con noi. Sara una cosa carina e divertiranno pure i mariti.

Lei però non risponde. Vedo che ha letto i messaggi ma non reagisce. C’est la vie. Vado a curiosare sulla sua pagina Facebook, non so perché non ho fatto prima, vedo che tutto quello che ho insegnato lo usa per un altro Network. Quindi ha scelto una strada diversa. Mando un messaggio, scrivendo: Vedo che hai trovato la tua strada. Ti auguro che ti realizzi e avrai un grande successo, ti auguro col cuore. Lei legge il messaggio e niente.

Si, lo so. Non ho fatto niente per Te

Stato beccata

Stamattina mi telefona il mio sponsor e vuole parlare di Giulia. Io dico quello che è successo e che ci siamo salutati. “Ci siamo” per modo di dire 🤣. La cara Giulia ha contattato diverse persone, prendendo i numeri dal gruppo WhatsApp, per proporle la sua nuova attività. Ovviamente tutti quanti avevano a dire del loro opinioni e a lei, senza nominare è stato chiesto di lasciare il gruppo. C’est la vie!

Lei prima di uscire ha lasciato un messaggio dove si scusa per il suo comportamento e complimenta con il mio sponsor, lodando i suoi pregi. Si ha ragione è una bravissima persona, peccato che Giulia non la conosce ha visto solo una volta.

Sono arrabbiata con me stessa. Il suo modo di fare mi ha ferito. Capisco che non nutrivamo grande simpatia uno per l’altra, (per questo all’inizio dicevo di lei che non dovrebbe scegliere me come sponsor,) ma avrei gradito un grazie. Dovrei sentirmi sollevata invece mi sono rimasta male. Lei mi ha proccurato solo problemi, nonostante io per lei ci stavo sempre. Aveva orari totalmente differenti dei miei. Mannaggia a me! che prendo così serio quella firma sul contratto di collaborazione. Lei mi ha confidato i suoi segreti e dispiaceri, facevamo incontri la sera dopo le dieci, camminavamo a km per avere contatti e ecc. Va bene, c’est la vie! La vita va avanti. Avanti il prossimo.

Conclusione

Tutti possiamo fare cioè che vogliamo, ogni uno è il artefice del suo destino. Qui vorrei solo aggiungere un ultimo cosa, poi non parlerò più di Giulia, non lo merita. Quelli che saltano da un Network al altro, lo fanno solo perché non sanno fare e sentono frustrati.

Può essere che uno in un Network si trova male con il gruppo o non riceve aiuto, allora posso capire. Giulia da noi ha ricevuto tutto quello che aveva bisogno o quello che ha chiesto, ma non ascoltava nessuno. Nella sua contenitore ha messo prima la sabbia. Per capire perché ho detto guardi questo video.

Ti saluto, vado a prepararmi per la serata. Buona serata 😜anche per te. Zita

Non dimenticati di lasciare la tua e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra. Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto 👇