A buon punto con i preparativi

Ormai il Natale è alle porte. Difficile non farsi contagiare da questa magica atmosfera. Con i preparativi sono a buon punto. Tu a che punto sei con i preparativi di Natale?

Ogni anno prometto che non mi faccio travolgere, farò poche cose e passero più tempo con amici e con la famiglia. Si, prometto, poi durante i preparativi mi lascio travolgere. Vorrei un altro addobbo sulla porta o sul muro. Organizzo un altro aperitivo e così via. Adoro questo periodo.

Insomma, i tempi volano e dobbiamo preparare i dolci, scrivere auguri e fare un sacco di incontri e auguri. Il Natale rimane un luogo dove il tempo si ferma. Un’occasione per prendersi una pausa di gioia e serenità e per concentrarsi sui propri affetti.

Mentre siete indaffarati i con i preparativi spero che avrete il tempo di leggere questa storia, magari insieme con i vostri figli o nipoti, che ho trovato e che descrive la genialità dei bambini. In fine dei conti, oltre il profumo, le canzoni e il cibo, le storie che fanno Natale!

Perché i cani hanno un tempo più breve degli umani?

Ecco una risposta sorprendente da un bambino di 6 anni. Come veterinario, mi hanno chiesto di esaminare un vecchio cane lupo irlandese chiamato Belker. I suoi ospiti Ron, sua moglie e il piccolo Shane, erano molto affezionati di Belkert e credevano nel miracolo. Ho esaminato il cane e sapevo che sarebbe morto di cancro. Informato la famiglia che non potevamo fare niente per il loro amico. Raccomandando di prendere la procedura di eutanasia del vecchio cane a casa loro.

Quando abbiamo discusso le soluzioni, Ron e Lisa mi hanno detto che pensavano di farlo assistere anche a figlio di 6 anni, quindi Shane, il ragazzo si vede tutto il processo, ci teneva tanto essere al fianco di suo amico a quattro zampe.  Il giorno dopo il mio cuore era in gola quando Belker mi fu consegnato. Shane sembrava tranquillo per compagnare l’ultimo viaggio il vecchio cane, facendo domande su quello che stava per succedere. Belker si addormentò pacificamente in pochi minuti.

Il ragazzo accettò la partenza di Belker senza difficoltà e agitazione. Siamo rimasti insieme per un po’dopo la morte di Belker e siamo arrivati alla triste domanda. Perché i cani vivono di meno di esseri umani?

Shane ha ascoltato in silenzio e poi disse.  ,,Io so perché” abbiamo guardato con sorpresa il ragazzo.  Le sue parole mi hanno toccato profondamente, mai più ho sentito una spiegazione più significativo ….

Ha detto: “Le persone sono nate per imparare come vivere una buona vita – mentre viviamo dimentichiamo essere gentili l’uno con l’altro, non è vero? … il ragazzo di 6 anni andò avanti: beh, i cani sanno già come fare questo, quindi non devono vivere a lungo per impararlo “.

Buon proseguimento coi preparativi e buon fine settimana.

Zita

Non dimenticate di lasciare la vostra e-mail per essere avvisati sui nuovi post. In alto a destra.

Se avete bisogno di ulteriori informazioni, potete chiedere qui sotto, specificando cosa vi interessa, il lavoro o qualche prodotto.