AUTODISCIPLINA

Autodisciplina nel network

La autodisciplina lavorando a casa per noi donne un po più difficile. Lavorando a casa tentiamo più a preparare un buon pranzo o pulire i vetri che sederci e lavorare con disciplina. Uomini nel Network vanno avanti con più facilità. Loro la mattina escono e vanno al bar prendere il caffè e creano contatto. Mentre noi donne ci mettiamo il primo posto i nostri obblighi. Sai quante scusa mi trovo per non fare quello che dovrei fare ma mi da un po di fastidio? Anche io ho dovuto imparare mettere il fuoco la mia autodisciplina e impararmi uscire dal zona di confort. 1 anno fa se qualcuno mi diceva che faro il video giornalmente, avrei riso in faccia. Non é stato facile. Youtube saprebbe dire quante video ho cancellato J

Test di autodisciplina Domanda Risposta                                             SI o NO

  • Finisci semprecioé che hai programmato il giorno precedente?
  • Puoi seguire unadieta (mangiare solo cibi che ti fanno bene) per molto tempo?
  • Esegui ancheattività noiose che non ti icciono regolarmente?
  • Devi affrontareun attività pesante e difficile, lo affronti immediatamente?
  • Mantieni le tuepromesse (fatte per gli altri e te stesso)?
  • Segui i tuoi piani anche quando qualcosa di interessante sta accadendo intorno a te (gli amici ti invitano, Facebook,festival, evento sportivo, ecc.)
  • Ti irritano lepersone ritardatari?
  • Se ti accorgi cheti manca una abilità nel tuo lavoro, superi rapidamente? Non ti metti a rimuginarti ma cerchi di impararlo.
  • Segui sempre ilconsiglio del tuo medico,( caso di malattia o quando ti senti meglio smetti diprendere i medicinali)?
  • Riesci a rimanere rilassato in una disputa?

Questo é un test molto semplice e per verificare i risultati dovresti contare, quante domanda hai dato la risposta positiva. Cioè quante volta hai risposto: SI

Se ha 9-10 Si

Voi dire che la tua autodisciplina é eccellente! Sicuramente riesci ottenere sempre risultati. Se devi fare una cosa vai e esegui.

Hai 5-8 Si

La tua autodisciplina é buona e lo fai quello che devi fare e ti piace. L’accento sta però sul „piace”. Le attività meno simpatiche stai tentando a rimandare. Qui sarebbe opportuno di dare un po di turbo per la forza di volontà, eseguire compiti anche meno piacevoli.

Se sei sotto il 5

Voi dire che stai conducendo una vita comoda e fai solo quello che ti piace a fare. Sta a Te di decidere se questo per te va bene o no. Se aiuta arrivare ai tuoi progetti allora va bene. Se no, sarebbe meglio a cambiare questo atteggiamento e cercare di andare oltre la zona di conforto. Se posso consigliare, cominci con piccoli passi imparare un po di autodisciplina e assorbire un po di forza di volontà.

A U T O D I S C I P L I N A

Il 1972 é stato condotto un test di autodisciplina, così detto esperimento Marshmallow(quella caramella morbida americana che vediamo nel film arrostiti sulle brace). Ad ogni bambino veniva consegnato una caramella sul piatto e se il bambino riusciva a resistere a mangiare e non cedere alla tentazione, ne poteva ricevere un altro in premio.

Un controllo nel 1988 ha dimostrato “i bambini in età prescolare che avevano ritardato la gratificazione più a lungo venivano descritti dai genitori come adolescenti più maturi e responsabili degli altri”. Nel 1990, il controllo ha mostrato che la capacità di ritardare la gratificazione era anche correlata con maggiori punteggi nel test di ingresso all’università.

Zona di confort

Perché lo racconto tutto questo? Perché vorrei dimostrare che il sviluppo si trova oltre la zona del confort. Ovviamente questa ultimo è molto importante, essendo la zona di relax che il nostro cervello ha bisogno. La zona di confort è essenza della vita. Se non passiamo oltre rimane tutto così come. Ovviamente adesso poi dirmi che non voi andare a nessuna parte, sei bene così come sei. Qui vorrei solo dirti che noi esseri umani cerchiamo sempre le soluzioni che chiedono il meno resistenza. I cambiamenti sono benvoluti se vogliamo noi e non siamo costretti a cambiare a causa esterni.


La vera problema arriva soltanto quando uno dopo un lungo periodo passato nella zona di confort perde le capacità coordinative nel caso di bisogno. Non riuscendo ad arrivare dove vogliamo o non riuscire a realizzare i nostri sogni crea un basso autostima e siamo nel vortice che porta in abisso.

Come faccio

Prima di tutto ho scritto i miei obbiettivi che ho scomposto obblighi giornalieri. Ogni giorno lo so cosa devo fare per realizzare quello che voglio. Passo per passo. All’inizio sempre difficile, dopo, tutto questo diventa abitudine. Un esempio il mio blog. Devo creare ogni giorno qualcosa che potrebbe piacere a tanto persona. Qualcosa interessante e di valore. Mi sono buttato e vado avanti per 120 giorni. Dopo valuto e deciderò di proseguire o a cambiarlo. Vorrei solo a farti sapere come sono fatta e che di me poi fidare. Io ti posso portare li dove non ci credevi di poter arrivare.

La strada ancora é lunga. Vogliamo fare insieme? Lasci i tuoi dati e ti scriverò cosa devi fare. Non é impossibile, se riesco io. Con affetto 

Zita